Quando nasce una mamma [ti ho scoperta tre anni fa]

Quando nasce una mamma

Quando nasce una mamma? Le risposte a questa domanda sono sicuramente molteplici. Alcune si saranno sentite mamme dal momento in cui hanno incrociato lo sguardo del loro fagottino appena nato. Altre, magari, dal primo sorriso del bebè verso la mamma.

Ma sono certa che per qualcuna la sensazione di essere mamma è iniziata con quella linea rosa. 

Per me è stato esattamente così. Ricordo ancora quel lunedì mattina. Eravamo rientrati dalle vacanze la sera prima, con le valige da disfare e un dubbio. Io avrei voluto aspettare ancora qualche giorno per fare il test: se fosse stato negativo, la delusione sarebbe stata tanta, troppa. Ma abbiamo deciso che non potevamo più restare senza sapere. La notte è passata in un lampo e al mattino ci siamo svegliati senza neanche aspettare che suonasse la sveglia.

Quando nasce una mamma? Forse proprio in quei tre lunghissimi minuti d’attesa.

Non volevo stare lì a guardare, quindi ho lasciato lo stick in bagno e sono andata a preparare la colazione. Ma sono solo riuscita ad accendere la macchinetta del caffè, il resto del tempo l’ho passato controllando quanto tempo mancava. Quei tre minuti mi sono sembrati eterni.

Quando finalmente è arrivato il momento della verità, non stavo più nella pelle. Ero euforica nonostante non sapessi cosa aspettarmi. Sapevo che avrei dovuto mantenere basse le aspettative per evitare una delusione. Ma la speranza era lì, non voleva saperne di stare tranquilla.

Ed eccole lì, quelle due linee rosa. C’erano, tutte e due. Ho riguardato le istruzioni per essere sicura che stessi interpretando nel modo giusto. Sì, era così. Ero incinta, dentro di me stava cominciando a crescere una nuova vita.

Gioia, paura, emozione, incredulità. Gioia.

In quel momento la mia testa, il mio cuore, il mio stomaco, sono diventati un tutt’uno. Non riuscivo più a formulare nessun pensiero. La felicità si stava impossessando di me senza farmi più capire nulla. Peccato che mi aspettasse il rientro in ufficio.

I primi giorni credo di averli passati con un sorriso inebetito stampato sul volto. Gongolavo. Mi sembrava di camminare a dieci centimetri da terra. Mi sembrava incredibile che il mio piccolo segreto non fosse già chiarissimo per chiunque mi incontrasse.

Per un paio di mesi quello è stato il nostro piccolo grande segreto, un segreto che cresceva piano piano dentro di me mentre si faceva spazio nel mio cuore. La nostra famiglia si stava allargano, stava crescendo. I piccoli temporali che avevamo attraversato avevano lasciato posto ad un sole splendente, e quella notizia era il nostro arcobaleno!

Quando nasce una mamma? Non lo so con certezza, ma so che io, come mamma, sono nata per la prima volta davanti a quel test. Poi di nuovo ad ogni ecografia in cui sentivo il battito del tuo cuoricino. E ancora quando ti ho vista per la prima volta, piccola ranocchietta impaziente del mio cuore. E rinasco come mamma ogni giorno, attraverso le tue scoperte, i tuoi baci, i tuoi capricci, il tuo diventare grande.

Oggi non è il tuo vero compleanno, ma è una data che porterò sempre nel cuore: la data in cui ci siamo magicamente incontrate per la prima volta!

quando nasce una mamma

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.