Niente paura: è solo influenza!

Niente paura: è solo influenza

Non la aspettavamo ma è arrivata anche da noi. No, non la suocera, molto peggio: l’influenza! In realtà dire che non la aspettavamo non è molto corretto: il picco del contagio era proprio previsto per l’inizio di gennaio, quindi in realtà non avremmo dovuto sorprenderci. Quello che ci ha stupiti è che Caterina sia riuscita a prendere l’influenza senza neanche tornare al nido: questa bambina è una vera e propria calamita per virus e batteri di ogni tipo, riesce ad ammalarsi anche stando a casa!

influenza

I sintomi dell’influenza: febbre alta, tosse e tanta debolezza

Scherzi a parte, dicevamo…l’influenza è arrivata anche qui ed ha colpito in modo decisamente strong! Anche questo era previsto, no? Sì perchè quest’anno l’influenza è così: forte, lunga, debilitante! I sintomi sono i soliti, ma effettivamente si manifestano in forma molto pesante. Dato che non sono un medico vi parlerò solo della nostra esperienza, che è stata comunque seguita dal nostro pediatra di fiducia.

Caterina è andata a nanna una sera che stava benissimo e si  svegliata la mattina dopo con la febbre già molto alta, quasi 39. Per i primi due giorni non scendeva neanche con il paracetamolo, e ammetto che ci siamo un po’ allarmati. Poi fortunatamente è cominciata la lenta ma costante discesa. Ovviamente quando Caterina si ammala, io apro la linea diretta con il pediatra, sant’uomo sempre disponibile che mi rassicura al telefono, su Whatsapp e anche venendo a vedere la ranocchietta una volta in più del necessario.

Oltre alla febbre è arrivata la debolezza, sicuramente aiutata dall’inappetenza di Caterina che non voleva proprio saperne di mangiare. Passava le giornate sul divano, a volte dormicchiando. Se proprio le veniva voglia di giocare, durava decisamente poco perchè poi la stanchezza prendeva di nuovo il sopravvento. Uno strazio vederla così, lei che di solito è un piccolo vulcano di energia!

influenza

Ultimo ma non meno importante, dato che è l’unico sintomo che ancora non ci ha lasciati: la tosse! Secca, stizzosa, fastidiosa. Le venivano degli attacchi che la facevano tossire ininterrottamente anche per più di mezz’ora. Ma per fortuna i bronchi sono sempre rimasti puliti, quindi ci siamo armati di tanta pazienza e tanta, tanta acqua per cercare di dare un po’ di tregua alla sua povera gola infiammata!

Ok, ma una volta arrivata l’influenza, cosa si può fare per contrastarla? In realtà poco, ma vi voglio comunque dare qualche consiglio, valido per grandi e piccini, in base alla nostra esperienza (naturalmente il parere del medico ha sempre la priorità sui consigli!!!).

1. Idratazione: no, non è un consiglio beauty, non parlo di creme e maschere. Ma di acqua e liquidi, da assumere in abbondanza e con costanza per evitare che il corpo si disidrati. Può sembrare un consiglio banale ma, soprattutto nei bimbi, la disidratazione è dietro l’angolo! Acqua ma non solo: via libera a infusi, tisane e spremute d’arancia!

2. Riposo! Può sembrare un altra banalità ma non è così. Spesso si prende alla leggera l’esigenza del nostro corpo di recuperare, ma quando ci ammaliamo ne abbiamo bisogno più che mai per rimetterci in sesto. Se per qualche giorno cambiano le abitudini di sonno e veglia, non succede nulla: un sonnellino in più non manderà per aria i consueti orari! Appena passata l’emergenza influenza, tutto tornerà alla normalità! E vale anche per i grandi: so che, soprattutto per chi ha dei bimbi piccoli a casa, è difficile concedersi anche solo mezz’ora di pisolino, ma per una volta la casa può aspettare!

3. Cibo sano: in questo momento il nostro corpo ha bisogno di nutrimento, ma non di essere sovraccaricato da calorie eccessive e difficili da digerire. Mai come in questo momento è importante una dieta “pulita”, ricca di verdure e frutta che ci daranno un ottimo mix di vitamine! Con i bambini è più difficile, lo so… Io stessa ho ceduto spesso su questo punto con Caterina e sono scesa a compromessi purchè non rimanesse a digiuno. Per fortuna uno degli alimenti che preferisce sono i pomodori, quindi almeno un po’ di verdura era assicurata!

influenza

4. Parola d’ordine: integrare! Caterina prende spesso degli integratori di vitamine, il classico Betotal per intenderci: ai cambi di stagione, dopo qualche malanno per aiutare la ripresa… Con questa influenza, avendola vista da subito così spossata e facendo fatica più del solito a convincerla a mangiare e bere, sono andata in farmacia e mi sono fatta consigliare un integratore un po’ più forte che potesse darle un po’ di energia e tono. Mi hanno suggerito un integratore con vitamine e pappa reale, e anche se non è stato facilissimo convincerla a prenderlo…sembra fare il suo dovere!

5 Pazienza e tante coccole! Lo sappiamo che i bimbi quando si ammalano sono noiosi, si lagnano un sacco e vogliono solo stare in braccio: assecondiamoli! Questa influenza è davvero tosta e anche io avevo solo voglia di sdraiarmi e farmi coccolare! Mettiamo in conto che per qualche giorno saremo lo scoglio delle nostre piccole cozze, ma poi tutto tornerà alla normalità. Approfittiamone per rallentare il ritmo e lasciamoci guidare da loro!

Insomma, alla fine seppur pesante…è pur sempre influenza: se ne esce, un po’ acciaccati ma vittoriosi! Io mi ritengo molto fortunata perchè, pur essendomi ammalata quasi insieme alla ranocchietta, ho potuto contare sull’aiuto dei miei suoceri e della mia insostituibile mamma, che sono sempre stati disponibilissimi per qualsiasi necessità. Ed io sto imparando ad accettare più di buon grado le offerte d’aiuto!

E voi, siete riusciti a scampare questa brutta influenza?

Se ti è piaciuto questo post, salvalo su Pinterest!

Niente paura è solo influenza, consigli influenza, curare influenza

13 thoughts on “Niente paura: è solo influenza!

  1. Non è grave ma è una vera scocciatura perché non hai la febbre così alta da imbottirti di tachipirina e dormire tutto il giorno ma non stai abbastanza bene per riuscire a stare in piedi. È l’occasione per recuperare qualche serie tv 🙂

  2. Sono 15 gg che tra me e mia figlia abbiamo l’influenza che pizze! Hai detto bene riposo e buona alimentazione

  3. Di solito non ho la febbre, ma dolori di ossa e senso fortissimo di confusione: è brutto, perché senza la temperatura alta pare di non avere niente. Quando mi sento così, ho una sola soluzione: Efferalgan e letto.

  4. Hai ragione quest’anno è davvero pesante… però tu sei riuscita a dare tantissimi consigli utili e che condivido! Brava!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.