[Life] La mia nuova colazione!

La colazione è il pasto più importante della giornata, e questo lo sanno ormai anche i muri. Seguendo questo principio, già da qualche anno (più o meno da quando convivo) ho introdotto questa abitudine nella mia vita, e se prima ne facevo tranquillamente a meno, ora ho proprio bisogno di fare colazione prima di potermi attivare (ovviamente adesso la faccio DOPO aver sfamato Caterina ^__^).

Negli anni le mie colazioni sono state abbastanza varie, ma tutte classiche, Italian style: caffè e latte con biscotti, latte e cereali, solitamente al cacao e croccanti, caffè e latte con fette biscottate, te e fette biscottate, yogurt con cereali… Ovviamente ogni tanto ci sta anche un bel cappuccio con la brioche al bar o in pasticceria.

Ultimamente però mi ero un po’ stufata della mia solita colazione: forse perchè ho cercato di ridurre il latte, dato che mi sembra di far fatica a digerirlo, e quindi al mattino prendevo sempre un te o un infuso accompagnato solitamente da fette biscottate, forse perchè ogni tanto ci vuole qualcosa di completamente diverso…

Risultato? Durante i miei vagabondaggi on-line, mentre curiosavo sul blog Chi ha rubato le crostate, mi sono soffermata sulla sezione dedicata agli overnight oatmeal. In realtà inizialmente questa alternativa alla solita colazione mi ha incuriosita in vista del rientro in ufficio: la possibilità di prepararmi la colazione la sera prima e portarmela via in caso di imprevisti mattutini mi aveva già conquistata! Poi c’è stato qualche cambiamento ma…ormai volevo provare!

Di cosa si tratta? Sostanzialmente di un pudding, ma non pensate al “pappone” di latte caldo e fiocchi d’avena che viene subito in mente con questo termine. I fiocchi ci sono, ma possono essere d’avena, riso, quinoa, preferibilmente integrali, a cui viene aggiunto latte vegetale o yogurt, oppure entrambi. Il tutto viene completato con frutta fresca e semi o frutta secca. Alcune ricette prevedono anche l’aggiunta di semi di chia. L’overnight oatmeal si prepara la sera, si amalgamano i fiocchi ed eventualmente la chia con latte e yogurt e si copre con la frutta, poi si lascia riposare appunto durante la notte. Al mattino l’avena si sarà ammorbidita perdendo quel gusto di cartoncino e avrà formato una crema con lo yogurt e il latte. La frutta ed i semi daranno ad ogni cucchiaiata gusto, dolcezza e freschezza!

Io ho provato diverse ricette di quelle proposte da Chi ha rubato le crostate, facendo magari qualche piccola variante: per ora ho preso solo i fiocchi d’avena perchè non volevo riempirmi la dispensa di mille varietà prima di capire se questa colazione alternativa faceva per me. Ho preso il latte e lo yogurt di soia e devo dire che una volta amalgamato il tutto il sapore non è per niente male. Una sera ho usato uno yogurt di latte vaccino al posto di quello di soia che avevo finito e al mattino non ho notato differenze di sapore!

Per quanto riguarda la frutta, ho variato un po’ in base a quello che avevo in casa e a quello che mi piace. Per esempio ho sostituito i lamponi con il ribes o con i mirtilli…

colazione colazione

Il kiwi è stato rimpiazzato da mirtilli e chicchi di melagrana, che ho scoperto di amare, e lo yogurt greco intero con yogurt greco senza grassi ma con aggiunta di qualche mandorla. La melagrana inoltre è comodissima perchè una volta perso quel quarto d’ora a sbucciarne e sgranarne una, avrete chicchi pronti per 3 colazioni!

colazione colazione

Ho provato anche quello più esotico con il mango, altro frutto che adoro, ma non mi ha entusiasmato perchè la parte di avena e yogurt rimane troppo pastosa. Ovviamente la ricetta originale prevede l’uso di fiocchi di riso quindi probabilmente il risultato è diverso, ma nel frattempo riproverò a farla sostituendo un po’ di yogurt con il latte di soia come nella ricetta dell’oatmeal al kiwi.

colazione

Questo tipo di colazione mi sta convincendo ogni mattina di più, per prepararla non ci vuole più tempo di quello che serve per preparare un caffelatte e in più la mattina me la trovo già bella pronta: un ottimo modo per cominciare la giornata con il piede giusto dando un calcio alla pigrizia!

Inoltre è una colazione sana e che fa bene per un sacco di motivi, vi consiglio di “perdere” dieci minuti a leggere la parte introduttiva del post dedicato agli oatmeal per scoprirli, e dato che sto cercando di far tesoro di questi mesi extra di non lavoro per volermi bene e acquisire delle sane abitudini da portarmi avanti anche una volta ripresa la routine del lavoro…non posso che essere contenta di aver fatto questa scoperta! Certo, resto una golosona e non mi tolgo il piacere di un cappuccio con brioche ogni tanto, ma questa novità mi piace al punto di non sentire la mancanza di biscotti & co.

Ora sono alla ricerca di nuove ricette per ampliare un po’ la varietà del mio nuovo modo di fare colazione, quindi se ne conoscete…a me fa piacere provarle!!!

Buona colazione e a presto!

Chiara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.