Buona fine e buon inizio

Ultimo, ultimissimo giorno del 2017.

Com’è stato quest’anno? Particolare, sicuramente interessante, ricco di cambiamenti. Certo, con una bimba piccola i cambiamenti sono all’ordine del giorno.

Il 2017 è iniziato con un nuovo lavoro. Sono soddisfatta della mia scelta? In parte sì, in parte no. Tornerei indietro? Non credo, l’aspetto su cui contavo di più, l’avere più tempo per la mia famiglia, mi mancherebbe troppo e non ho intenzione di rinunciarvi.

Per quanto riguarda Caterina, l’anno è iniziato in salita dal punto di vista della salute, tra varicella, bronchiti e un ricovero per il malefico rotavirus…ma poi è stato un anno molto bello anche per lei. Ha preso per la prima volta l’aereo, ha cominciato finalmente a parlare (e ora, come previsto, non smette neanche per un minuto). Ha tolto il pannolino. Ha vissuto il suo primo Natale consapevolmente, con tanto di letterina a Babbo Natale e impazienza per il suo arrivo. È stato un anno magico!

E per me? Sono abbastanza soddisfatta del mio 2017. Anche se non ho soddisfatto tutti gli obiettivi che mi ero posta. Giusto qualche giorno fa sono andata a rileggere il post che ho scritto all’inizio dell’anno con i mie obiettivi per il 2017 e devo dire che su alcuni punti avrei potuto impegnarmi di più. Ma a livello umano sono contenta: ho dedicato del tempo a me e ad alcuni progetti a cui tenevo, ho ricominciato a dedicare più tempo anche alle persone a cui tengo. Ho anche conosciuto nuove persone che hanno assunto subito un ruolo importante nella mia vita e con cui spero di approfondire sempre di più il rapporto, come Federica.

Stasera saluterò il 2017 senza sapere bene come aprirò le porte al nuovo anno, non so cosa aspettarmi. Ci sono delle avvisaglie di cambiamenti repentini che non ho ancora deciso se giudicare come positivi o negativi. Fatto sta che cercherò di affrontare tutto quello che succederà con il sorriso sulle labbra, provando a non farmi buttare giù da nulla. E come dice la principessa Poppy (in questo periodo stiamo vedendo Trolls a ripetizione): se invece poi cado, so che in piedi tornerò.

Come Poppy, è così che voglio affrontare il 2018: con una sferzata di rosa, cascate di glitter e tanta positività. E soprattutto, in piedi.

Buona fine e buon inizio a tutti, arrivederci al prossimo anno!

19 thoughts on “Buona fine e buon inizio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.