5 sughi “salvacena”: la salvezza delle mamme sempre di corsa!

5 SUGHI SALVACENA

Buongiorno! Finalmente è venerdì e da domani ci possiamo riposare un po’! Ah no, le mamme non riposano molto il sabato e la domenica!!! Però non mi posso lamentare dal lato del sonno, ultimamente Caterina tira dritta fino alle nove passate se non la sveglio…e io nel week end la seguo spesso a ruota, quindi almeno sono riposata e affronto la giornata in maniera più positiva! Lo so che dopo questa affermazione…domani mattina alle 7 mi tirerà giù dal letto, me la sono cercata 😉

Il fine settimana mi piace ovviamente, ma non solo perchè non lavoro e posso stare tutto il giorno con la mia ranocchietta.

Anche perchè posso permettermi dei ritmi più normali, senza la frenesia con cui vivo in settimana. Soprattutto per quanto riguarda i pasti: posso decidere insieme a lei cosa mangiare, fare un salto al supermercato a prendere quello che manca e cucinare con calma. Con calma, è questo che fa la differenza! In settimana invece sono tendenzialmente di corsa, devo avere già un piano quando esco dal lavoro perchè se mi fermo al supermercato sulla strada del ritorno…finisce che Caterina mangerà tardi, con tutte le conseguenze del caso. Non avrà più voglia, comincerà ad essere stanca, vorrà essere imboccata e dovrò pregarla di aprire la bocca ad ogni cucchiaiata…uno stress ovviamente, per tutte e due!

Per evitare queste situazioni, cerco di avere sempre un piano B per le emergenze.

E un piano C, D, E…insomma, nella mia disorganizzazione e frenesia, cerco di essere almeno un po’ organizzata! Il freezer ovviamente mi da un grande, grandissimo aiuto in questi tentativi di sopravvivenza, e visto che Caterina ama la pasta cerco di avere sempre qualche porzione di sugo salvacena in congelatore, in modo da poterlo scongelare all’occorrenza e, appunto, salvare la situazione che di solito si riassume con un “oooooppppssssss…non ho pensato a cosa preparare stasera!!!!!!!”.

Dovete sapere che io non mangiavo molta pasta, soprattutto la sera perchè tendo a lievitare facilmente, ma quando sono andata a convivere ho scoperto che Roberto difficilmente rinunciava al suo etto (abbondante) di pasta tutte le sere. E preparare sempre un sugo diverso era impegnativo. Quindi spesso mi affidavo ai sughi pronti: al supermercato avevo trovato una marca che faceva vasetti non troppo grossi, e ne tenevo sempre qualcuno in dispensa da tirare fuori all’occorrenza.

Da quando c’è Caterina però, preferisco limitare gli alimenti pronti di questo tipo, quindi…preparo quantità industriali di vari sughi e li congelo! Ovvio che mangia anche pasta al sugo di solo pomodoro, o la super classica pomodoro e tonno, o ancora paste con condimenti a crudo, soprattutto in estate.

Ma oggi voglio svelarvi quali sono i miei 5 sughi salvacena, quelli che non mancano mai nel mio freezer!

sughi salvacena

1. Pesto

Il pesto, quello classico, verde, a base di basilico, pinoli e formaggio. Caterina ne è ghiotta, il nostro lungo soggiorno ligure credo che abbia influito su questa sua passione per il pesto! Ammetto però che raramente lo preparo, anche se non prendo più quello del supermercato. Il più delle volte faccio scorta quando torniamo in Liguria, nel nostro pastificio di fiducia che lo vende anche in comodissimi vasetti da due porzioni (poco più grandi di un omogeneizzato, per intenderci). Arrivati a casa mettiamo il nostro tesoro verde in congelatore: quando voglio preparare una bella pasta al pesto non faccio altro che prendere un vasetto, aprirlo e metterlo in un pentolino con un po’ d’acqua, più o meno fino a metà vasetto. Poi metto tutto sul fuoco, a fiamma bassa, e mentre la pasta cuoce, il pesto si scongela!

2. Ragù di carne

Un altro grande, grandissimo classico che cerco di non far mai mancare nel mio freezer è il ragù di carne. Io lo preparo con la ricetta della mamma, a volte aggiungo qualche variazione come un po’ di salsiccia insieme alla carne trita. Altre volte mi limito a mettere in freezer quello che mi porta la mamma, che tanto a me non viene mi come il suo! Solitamente ne preparo un bel pentolone, ne approfitto per fare una bella teglia di lasagne e il resto lo metto nelle vaschette di alluminio (quelle formato muffin) con il loro coperchio. Oppure, se mi è avanzato qualche barattolino vuoto del pesto, sfrutto anche quelli. Per scongelarlo uso lo stesso procedimento che uso con il pesto. Lo adoro con la pasta ma lo trovo perfetto anche con qualcosa di più corposo come gli gnocchi.

sughi salvacena

3. Ragù di lenticchie

Un’alternativa al ragù di carne che la ranocchietta apprezza molto è il ragù di lenticchie. Ultimamente lo preparo con la ricetta di Elisa – Peri and the kitchen, ve la consiglio perchè è abbastanza veloce dato che si prepara con le lenticchie rosse. Visto che il papà non apprezza queste varianti, solitamente lo propongo quando ci siamo solo io e Cate, e mi piace abbinarlo alla pasta integrale. La versione preferita di Caterina però, rimane l’abbinamento con la polenta: la preparo lasciandola un po’ più morbida e al centro del piatto metto una cucchiaiata abbondante di ragù di lenticchie. Di solito pulisce il piatto, cosa che non è così frequente con lei!

4. Ragù di verdure

Un’altra versione di ragù senza carne che Caterina adora è il ragù di verdure. Io lo preparo con il Bimby ma il procedimento è molto semplice e si può fare anche in pentola senza alcun problema. Per le quantità vado un po’ ad occhio, ma più o meno utilizzo: un paio di carote, un paio di coste di sedano, un porro ed una zucchina (due se sono molto piccole). Trito grossolanamente la verdura, poco più grossa rispetto a quella del soffritto, e la faccio rosolare per qualche minuto con due cucchiai d’olio. Poi aggiungo una bottiglia di passata di pomodoro e lascio cuocere a fuoco medio/basso per almeno mezz’ora. Io preferisco che rimanga un po’ più denso, quindi lo lascio andare finchè non si ritira un po’. Se lo preferite più rustico potete usare i pelati al posto della passata. Aggiungo il sale solo alla fine. Niente di complicato, ma perfetto per cambiare un po’!

sughi salvacena

5. Pesto di zucchine

Ultimo ma non meno importante, e soprattutto molto apprezzato da tutta la famiglia, il pesto di zucchine! Non ha molto in comune con il pesto classico, almeno non come sapore. Questo pesto è più cremoso grazie al latte, e le zucchine ammorbidiscono molto anche il sapore. Vi lascio il procedimento per realizzarlo, questa è una ricetta per il Bimby che ho salvato da una mamma che l’aveva condivisa in un gruppo:

Mettere nel boccale 40gr Parmigiano e 20gr pinoli: 8 sec. vel. 8. Mettere da parte il trito.
Mettere nel boccale 30gr di foglie basilico e l’aglio (opzionale, io non lo uso): 2 sec. vel. 7; aggiungere 300gr zucchine tagliate a rondelle: 5 sec. vel. 4
Aggiungere 50gr d’olio d’oliva: 4 min 100° vel. 1
Aggiungere 100gr di latte ed il sale: 6 min 100° vel. 1
Aspettare che la temperatura scenda a 80° poi frullare:  15 sec. vel 8
Aggiungere il trito di pinoli e Parmigiano e frullare: 15sec. vel. 8
Anche questa salsina finisce nei contenitori di recupero del pesto o nelle vaschette di alluminio e poi dritta in freezer. Il procedimento per scongelarlo è sempre lo stesso. Sicuramente si può riprodurre anche con il metodo classico: in pentola e frullando tutto con il frullatore ad immersione alla fine!

 

sughi salvacena

Questi sono i miei 5 sughi salvacena: praticamente l’ultimo cassetto del freezer è sempre pieno di vasetti dei vari ragù & co., e questo mi aiuta a non trovarmi in difficoltà se torno a casa più tardi del previsto o se non ho pensato a cosa preparare per cena!

E voi, quali sono i vostri cibi salvacena? Raccontatemelo nei commenti!

5 sughi salvacena
PIN IT!
photo credit: Unsplash.com

9 thoughts on “5 sughi “salvacena”: la salvezza delle mamme sempre di corsa!

  1. Quando ero una fuorisede dicevo sempre che “il pesto salvalavita”! Ed è proprio vero! È sempre un’ottima scelta quando non si sa cosa cucinare e va molto bene anche con la Philadelphia

    1. Verissimo! Anche io aggiungo del formaggio morbido a volte, per renderlo un piatto completo se vedo che Caterina è in uno di quei periodi in cui è meglio puntare sul piatto unico! Di solito preferisco la robiola ma solo perchè lei la adora…vado sul sicuro!!! 😀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.